Ambasciatori Diritti Umani 2016-2017

Società Umanitaria
17 marzo alle 11.00 (Via San Barnaba, 48)

Il Concorso 2016-2017

Diritti Umani ed Emigrazione è il tema scelto quest’anno per il Concorso Ambasciatori dei Diritti Umani promosso da Società Umanitaria, Lega Internazionale per i Diritti dell’Uomo (L.I.D.U.) e Società Italiana per la Organizzazione Internazionale (S.I.O.I.). Gli studenti degli Istituti superiori del Leonardo da Vinci, del Severi, del Parini di Seregno e del Tosi di Busto Arsizio, hanno partecipato alla conferenza introduttiva, svoltasi alla Società Umanitaria il 1 febbraio (relatori: Prof. Maurizio Ambrosini, Docente di Sociologia - Università degli Studi di Milano, Prof. Manlio Frigo, Presidente SIOI Lombardia, Avv. Alberto Guariso, ASGI - Associazione Studi Giuridici sull'immigrazione, Dott.ssa Maura Gambarana, Responsabile Servizio Politiche Immigrazione Comune di Milano, Dott. Enrico Maestri - Cooperativa Farsi Prossimo, Coordinatore dei centri di accoglienza di Via Giorgi e Gorlini) , per poi cimentarsi, sabato 4 marzo, in un elaborato scritto, sviluppando le loro riflessione a partire dalla seguente traccia:

Il fenomeno dell’emigrazione di massa, oggi come ieri, è determinato in buona parte dall’esigenza di sottrarsi a sanguinose guerre locali o dalla necessità di sfuggire a persecuzioni individuali e collettive; talvolta, più semplicemente, dalla speranza di trovare un lavoro e vivere in maniera dignitosa. I diritti dell’emigrante sono riconosciuti dalla Dichiarazione dei diritti Umani e tutelati da numerosi strumenti giuridici nazionali ed internazionali. È però indubbio che tale fenomeno abbia un notevole impatto nelle società occidentali, generando conflitti sociali e politici tali da creare un senso di minaccia in larghi strati dell’opinione pubblica, un diffuso rifiuto dell’altro o comunque un atteggiamento di insofferenza e di disinteresse verso il fenomeno dell’emigrazione. Secondo la tua opinione, quali sono le cause che hanno generato questa dicotomia tra idealità dei diritti universali dell’uomo e il loro adempimento effettivo? In tale contesto come affrontare il nodo irrisolto dell’integrazione? A fronte di tale fenomeno quanto spazio operativo ha il dovere di solidarietà e quante prospettive hanno i popoli di integrarsi?

La premiazione

Venerdì 17 marzo, alle ore 11:00, sempre alla Società Umanitaria, verranno premiati i tre vincitori e saranno letti pubblicamente i temi selezionati dalla giuria (composta dal Prof. Claudio Bonvecchio, Ordinario di Filosofia delle Scienze Sociali all’Università dell’Insubria e Consigliere della Società Umanitaria dalla Dott.ssa Marzia Oggiano, Vice Presidente della Fondazione Welfare Ambrosiano – CGIL Lombardia e Consigliere della Società Umanitaria e dall’Avv. Maria Helena Polidoro, Direttore Generale della Società Umanitaria).

I vincitori, tre per ogni sede della Società Umanitaria di Milano, Napoli e Roma, parteciperanno al viaggio premio che si terrà nel mese di maggio a Ginevra per visitare il Palazzo delle Nazioni, sede dell’ONU, il Museo Internazionale della Croce Rossa, unico museo consacrato all’opera di Henry Dunant, il CERN e la sede dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR).

Ai Primi classificati di Milano, Napoli e Roma verrà inoltre offerta l’opportunità di frequentare il Corso di formazione “Insegnare i Diritti Umani”, organizzato da SIOI, Comune di Assisi, Centro Regionale di Informazione alle Nazioni Unite e riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.



Ufficio stampa Società Umanitaria
Daniele Vola
Via F. Daverio, 7 20122 Milano
tel. 02-57968371 | e-mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.