Presentazione del libro Storia popolare dei sardi e della Sardegna di Luciano Marrocu

Rimandata a data da destinarsi la presentazione del libro Storia popolare dei sardi e della Sardegna, inizialmente prevista per giovedì 19 maggio, alle 18.00, nei locali del Circolo Soci Euralcoop, in Piazza Marmilla, a Carbonia, il CSC Carbonia e il Circolo Euralcoop organizzano la presentazione del libro Storia popolare dei sardi e della Sardegna di Luciano Marrocu.

Una storia millenaria quella della Sardegna. Una storia che nasce con la civiltà dei nuraghi, passa attraverso lo sviluppo dei giudicati, l'egemonia di Pisa e Genova, la conquista catalano-aragonese, fino ai Savoia, allo Stato unitario e ai problemi dell'oggi. Una storia ‘popolare' perché mantiene una dimensione epica e speciale come in fondo è fatale per una grande isola distante da ogni sua possibile terraferma.
Tra 500.000 e 300.000 anni fa i primi, isolati, esseri umani raggiunsero la Sardegna a partire dal litorale toscano. Per migliaia di anni questa presenza fu effimera o occasionale, fino al 5.000 a.C., quando coloni giunti dal mare introdussero l'agricoltura, l'allevamento e la ceramica. A partire da questo momento è possibile raccontare la storia di un'isola che, pur essendo al centro del Mediterraneo, ha sempre tenuto a elaborare un'immagine di sé all'insegna della lontananza e di una spiccata e per certi versi irrimediabile alterità. E proprio con questa alterità dobbiamo fare i conti se vogliamo capire meglio cosa è stata e cosa è quest'isola. Conosceremo meglio la misteriosa civiltà nuragica, le caratteristiche della presenza fenicia e cartaginese, le specificità del dominio romano, le conseguenze dell'arrivo dell'Islam nel Mediterraneo, l'origine e lo sviluppo dei giudicati, l'egemonia di Pisa e Genova, gli effetti della conquista catalano-aragonese tanto spesso sottovalutati. Tenendo conto della memoria collettiva, particolare attenzione è dedicata alla chiave nazionale della storia sarda: dalla posizione della Sardegna nell'ambito della ‘monarchia composita' spagnola alla "questione sarda" nella costruzione dell'unità nazionale italiana, fino alla riproposizione di una "identità sarda" nel contesto della globalizzazione.

Luciano Marrocu insegna Storia contemporanea all’Università di Cagliari, dopo aver insegnato all’Università La Sapienza di Roma. È autore di saggi sul laburismo britannico, tra cui Il salotto della signora Webb (1992), sulla Sardegna contemporanea e di una serie di gialli ambientati negli anni del fascismo.

Dialogano con l'autore Salvatore Cherchi e Carlo Di Bella.