La Bicocca in Umanitaria

Famiglia, diritto, società: un viaggio nella storia


Prof.ssa Loredana Garlati

  • giovedì 13 gennaio ore 14:00 – 16:00
  • giovedì 20 gennaio ore 14:00 – 16:00
  • giovedì 27 gennaio ore 14:00 – 16:00
  • giovedì 3 febbraio ore 14:00 – 16:00
  • giovedì 10 febbraio ore 14:00 – 16:00
Il corso si propone di fornire alcuni cenni sulla storia del diritto di famiglia, anche attraverso la lettura e l’analisi di fonti e documenti, in grado di testimoniare continuità e discontinuità nell’evoluzione di un istituto centrale per la società e per il diritto. Da sempre la famiglia si è presentata come uno specchio della società, rappresentandone contraddizioni, istanze di trasformazione ed esigenze di mantenere la tradizione, in una sorta di continua ricorsa tra un legislatore spesso cauto e guardingo e fughe in avanti della collettività, portatrice di esigenze e valori “nuovi”. Dalla famiglia medievale all’età moderna la famiglia è stata culla di “patrimoni e affetti”, scissa tra cuore, ragione e interesse, tra un matrimonio espressione ora di libero consenso ora di alleanze familiari. Sempre sul crinale tra dimensione pubblica e privata, la famiglia è stata ora concepita come base costitutiva dello Stato, ora come libera associazione di individui. Un possibile filo conduttore per meglio comprendere la dimensione giuridica della famiglia è rappresentato dalla condizione giuridica della donna: una sorta di osservatorio privilegiato per cogliere la trasformazione del tessuto sociale. Quale “sposa obbediente”, la donna nella famiglia tra ancien régime ed esperienza codicistica sembra non veder riconosciuto né il proprio apporto nel segreto delle mura domestiche né, tanto meno, la sua dimensione pubblica. La svolta, dopo un lungo dibattito che accompagna l’Otto e la prima metà del Novecento, è rappresentata dal 2 giugno 1946, quando viene riconosciuto alle donne per la prima volta in Italia il diritto di voto politico. 21 donne entrano così nell’Assemblea costituente, offrendo un notevole contributo per riconoscere nella Carta dell’Italia repubblicana ‘nuovi diritti’ alla famiglia e alle donne. Si tratta di brevi flashes, che si propongono tuttavia, in un ideale viaggio nella Storia, di comprendere, alla luce dei processi culturali dei secoli passati, la realtà presente.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

Telefono 02.5796831 | E-mail milano@umanitaria.it | WhatsApp 324.0204384