La Bicocca in Umanitaria

La psicologia del cambiamento climatico


Prof.ssa Silvia Mari

  • martedì 15 febbraio ore 11:00 – 13:00
  • martedì 22 febbraio ore 11:00 – 13:00

Gli esseri umani giocano un ruolo essenziale sia nel produrre che nel rispondere efficacemente al cambiamento climatico. C'è tuttavia una grande variabilità nella comprensione pubblica del cambiamento climatico e nella volontà di agire per contrastarlo. Il riconoscimento del problema non è solo funzione del livello di istruzione e non è aumentato nonostante nel corso del tempo sia aumentato il consenso scientifico a riguardo. La ricerca psicologica mostra come la variabilità nella comprensione del fenomeno può essere attribuita non a ciò che impariamo sul cambiamento climatico, ma a come e da chi lo impariamo: le fonti delle nostre informazioni e come valutiamo queste fonti. Nelle lezioni, cercheremo di capire quali sono i fattori che plasmano gli atteggiamenti verso il cambiamento climatico e i fattori che motivano l’azione di contrasto. Indagheremo, tra gli altri, il ruolo dell'esperienza personale con il cambiamento climatico, in particolare gli eventi meteorologici estremi; gli effetti della distanza psicologica; gli effetti dell'ideologia politica e delle credenze cospiratorie sulla percezione del cambiamento climatico. Parleremo anche di come il cambiamento climatico possa essere considerato un problema di ingiustizia sociale e quali sono le conseguenze di questo riconoscimento.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI

Telefono 02.5796831 | E-mail milano@umanitaria.it | WhatsApp 324.0204384