Data:
12-03-2019 10:00 - 12:30

Descrizione

L’incontro è incentrato sull’intervista ad Ada Murolo, autrice del romanzo Si può tornare indietro (Astoria, 2016). Ambientato a Trieste nel giorno in cui la città tornò a far parte dell’Italia, dopo il lungo contenzioso iniziato nel Secondo dopoguerra, il libro narra le vicende di Alina e Berta amiche di lunga data che si rincontrano durante i festeggiamenti per le strade della città dopo molti anni di separazione. La storia di Alina Rosenholz – che ha perso tutti i parenti nei lager nazisti e verrà ricoverata a fine guerra nell’Ospedale Psichiatrico di San Giovanni – farà da raccordo con la seconda parte dell’incontro. Grazie alla testimonianza di Renato Sarti, autore e regista dello spettacolo teatrale MURI – Prima e dopo Basaglia, si affronterà il tema della rivoluzione internazionale nel campo della psichiatria condotta da Franco Basaglia che proprio nell’ospedale psichiatrico di Trieste sperimentò nuovi modelli d’intervento che diedero forma e sostanza alla cosiddetta “Legge Basaglia” del 1978.

SALUTI ISTITUZIONALI

Alberto Jannuzzelli, Presidente Società Umanitaria
Delia Campanelli, Direttore Generale Ufficio Scolastico per la Lombardia

Intervento storico su Trieste

Marco Cuzzi, Professore di Storia Contemporanea all’Università Statale di Milano
Il professore Marzio Consani Intervista Ada Murolo, professoressa e autrice del libro Si può tornare indietro con letture di brani scelti a cura degli studenti del Laboratorio Teatrale del’IIS Cremona Zappa

Testimonianza di Renato Sarti, autore e regista dello spettacolo teatrale MURI – Prima e dopo Basaglia, prodotto dal Teatro della Cooperativa di cui è Direttore Artistico
Proiezione di una sequenza tratta dal video dello spettacolo teatrale MURI interpretato da Giulia Lazzarini.

COORDINA

Giorgio Bagnobianchi

Durante l’incontro saranno proiettate delle fotografie di Ugo Borsatti


quando

data
12 marzo

oraorario inizio
10.00

dovesede 
Auditorium | Società Umanitaria | Via San Barnaba, 48

bigliettoiscrizione/prenotazione
Incontro riservato alle scuole. Prenotazione obbligatoria  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

informazionialtre informazioni
tel. 02.5796831