Corsi Humaniter per il Tempo Libero

Dal 6 novembre riprendono Corsi Humaniter per il tempo libero. Tenuti da docenti volontari, per lo più studiosi e professori che hanno dedicato tempo ed energie allo studio ed all'approfondimento e che hanno scelto di donare il loro sapere a chi vuol riscoprire il piacere di confrontarsi con la storia dell’arte, l’egittologia, la filosofia e altre materie e discipline a qualsiasi età.

I corsi si tengono nella sede di Via Aldrovandi 16 al 2° piano c/o UnAR dal lunedì al giovedì dalle ore 10 alle ore 17.30 e sono aperti a tutti. Rappresentano un momento di riscoperta dello studio inteso come interesse di conoscere, guidati dai docenti volontari desiderosi non solo di condividere il loro sapere ma anche di stimolare la curiosità con seminari, gite e viaggi, dando occasione a tutti di partecipare, di rispolverare le reminescenze scolastiche ed arricchirle in maniera divertente e coinvolgente.

Se volete proporre anche voi nuovi corsi ed attività vi invitiamo a prendere contatto con il nostro ufficio al numero 063242156, saremo lieti di ascoltare le vostre proposte

I corsi in programma sono:

  • Egittologia: "DE Aegyptiaca Natura”
    prof. Fabrizio Felici Ridolfi, saggista, studioso della storia dell’antico Egitto, autore di numerose pubblicazioni e docente di egittologia.
    Martedì ore 10.15
    I tre regni: animale, vegetale e minerale hanno avuto grande importanza nella vita quotidiana e nel pensiero religioso degli antichi egizi. Gli animali erano fonte di nutrimento, mezzi di trasposrto e simboli religiosi; le piante erano al centro del sistema economico fondato per lo più sull’agricoltura e i minerali erano indispensabili come materiali per molti utilizzi.

  • Il Giardino nella storia e nell’arte: “Lo specchio del paradiso”
    prof.ssa Maria Luigia Argentiero, già insegnante di storia dell’arte, organizzatrice di viaggi e visite a tema storico-artistico.
    Martedì ore 11.45
    Il corso avrà ad oggetto la poesia dei giardini – dal giardino dell’Eden all’hortus conclusus al giardino giapponese, come specchi di una realtà estetica, filosofia e politica in perenne mutamento ed in cui si ritrovano elementi dell’architettura, della pittura, della letteratura e della musica.

  • Antropologia: “Dal mito al rito alla tradizione popolare” 
    prof.ssa Emanuela Chiavarelli, studiosa del sacro, antropologa, scrittrice saggista docente di antropologia.
    Martedì ore 16
    La ricerca del retaggio di eventi realmente accaduti che ispirarono i misteri e la religiosità dei diversi popoli nei riti, nei miti e nelle tradizioni tramandate e giunte fino a noi: l’antropologia come chiave di lettura di fenomeni culturali di tutti i tempi.