Data:
07-11-2020 18:00 - 19:00

Descrizione

7 novembre 2020 | 18.00 | Accademia Filarmonica Romana - Sala Casella (via Flaminia 118)

Simone Ceriani, violinoSimone Anelli, pianoforte

PROGRAMMA

Castelnuovo Tedesco      Notturno Adriatico op. 34
Brahms                               Sonata n. 1 in sol maggiore op. 78
Ravel                                   Sonata n. 2 M. 77


Simone Ceriani, ha cominciato lo studio del violino all'età di 8 anni. Quattro anni dopo è stato ammesso al Conservatorio di Milano, nella classe di Fulvio Luciani. Frequenta il 3° anno del Triennio accademico. Ricopre il ruolo di prima parte nell’Orchestra del Conservatorio “G. Verdi” di Milano.
È stato violino di spalla dell'Orchestra de “I Piccoli Pomeriggi Musicali” ed è stato prima parte di Futurorchestra, gruppo strumentale al vertice del Sistema delle Orchestre e dei Cori giovanili e infantili in Lombardia, creato sul modello didattico ideato e promosso in Venezuela da José Antonio Abreu. Ha partecipato per cinque anni alla libera scuola di violino e musica da camera "Officine Luciani & Motterle”, tenuta dal suo maestro e dal pianista Massimiliano Motterle e nell’agosto 2019 ha partecipato alla masterclass tenuta da Pavel Berman e da Eva Bindere in occasione del “Livorno music festival”. Ha partecipato nell’agosto 2020 al corso estivo tenuto dal maestro Salvatore Accardo all’Accademia Musicale Chigiana a Siena. Nel 2018 ha eseguito come solista il Concerto di Vivaldi Op.8 n.5 “La Tempesta di Mare” sotto la direzione di Giovanni Antonini nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano, nell’ambito del Laboratorio sulla raccolta de “Il Cimento dell'Armonia e dell’Invenzione”. Nel luglio 2020 ha eseguito il concerto per violino e orchestra di Vivaldi op. 8 n. 2 “L’Estate” suonando uno strumento del liutaio torinese Giovanni Francesco Pressenda datato 1833, proprietà del museo storico del conservatorio stesso. Ha partecipato al concorso strumentistico della Città di Giussano nella categoria per strumenti ad arco fino ai 18 anni, conseguendo il primo premio. Ha partecipato alla V^ edizione del Premio del Conservatorio “G. Verdi” di Milano nella categoria per strumenti a corda, conseguendo il terzo premio e nella categoria Musica da camera con il “Quartetto della Corte” ha conseguito il primo premio.

Simone Anelli, inizia la sua formazione in ambito musicale all’età di 7 anni con i corsi di pratica e cultura musicale all’Accademia Gaffurio, dove è attualmente docente.
Sotto la guida del M° Mario Borciani ha conseguito la laurea triennale al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, dove ha studiato composizione con la Prof.ssa Sonia Bo; attualmente frequenta il I anno del Master of Arts in Music Performance al Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano con la Prof.ssa Anna Kravtchenko.
Ha frequentato all’Accademia Milano Music Masterschool il corso di Roberto Prosseda.
A Pistoia ha partecipato alla masterclass Music with Masters, frequentando i corsi dei pianisti Gloria Campaner, Matts Widlund, del violoncellista Eckart Runge (Quartetto Artemis) e del violinista Sergei Bresler. In ambito cameristico con il Trio Aves ha frequentato il corso annuale dei membri del Trio di Parma all’Accademia Perosi di Biella. Si sta attualmente perfezionando in ambito cameristico all’Accademia Stauffer con i membri del Quartetto di Cremona.
Si è esibito all’interno del Festival 5 Giornate al Museo del Novecento di Milano in occasione dell’omaggio al compositore fiorentino Sylvano Bussotti. In trio si è esibito in collaborazione con l’Associazione culturale Musica con le ali nella prestigiosa Sala Bianca di Palazzo Pitti a Firenze all’interno del festival dei Concerti d’Estate e a Rovereto nella rassegna musicale Rovereto in Musica. Come solista si è esibito al Teatro alle Vigne ed è stato invitato nella rassegna musicale Lodi al Sole 2019.
Ha partecipato al concorso Città di Piove di Sacco, conseguendo il primo premio nella categoria di Musica da Camera con la valutazione di 97/100


bigliettobiglietti
Posto unico 2€ 

informazioni

altre informazioni
tel. 06.3242156 | e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.