Da oltre cento anni attenta alle esigenze dei cambiamenti della società, l’Umanitaria, grazie alla partnership con B-act S.r.l. e il suo team di esperti nella ricerca di fondi e nella progettazione, accoglierà ed analizzerà le vostre esigenze ed idee progettuali aiutandovi ad intraprendere processi di miglioramento sul piano dell’innovazione tec-nologica, tecnica ed organizzativa. L’Ufficio Europa saprà offrirvi la giusta soluzione per dare vita ad un progetto innovativo o per realizzare una start-up.


COSA OFFRIAMO

L’Ufficio Europa propone un servizio completo e personalizzato di progettazione aziendale. L’obiettivo è supportare Enti, Associazioni e Imprese nell’accesso alle opportunità di finanziamento regionali, nazionali ed europee, tramite:

  • Analisi e valutazione dei progetti da realizzare;
  • Ricerca e studio dei bandi attivi di possibile interesse;
  • Stesura della proposta progettuale;
  • Coordinamento e presentazione della candidatura;
  • Rendicontazione finale.


L’Ufficio Europa vi affiancherà lungo tutto l’iter progettuale, fornendo una consulenza personalizzata e calibrata in base alle singole esigenze, individuando strumenti di supporto e progettando gli interventi da realizzare.

DESTINATARI

  • Associazioni;
  • Cooperative;
  • Fondazioni;
  • Micro, Piccole e Medie Imprese.


ORARI APERTURA AL PUBBLICO

  • Lunedì dalle 14.00 alle 17.00;
  • Martedì dalle 10.00 alle 13.00;
  • Giovedì dalle 10.00 alle 13.00.

 

Per avere maggiori informazioni, compila il form sottostante ed inviaci una mail, o contattaci allo 06.3242156

 

Un modo intelligente per godere delle pressoché infinite possibilità di intrattenimento e divertimento che la capitale offre anche durante l'estate, quando anche piazze, giardini, parchi e chiostri diventano palcoscenico. In questo modo anche chi è solo e rimane in città può aggregarsi al gruppo Umanitaria e uscire in sicurezza e compagnia per apprezzare l'offerta culturale dell'Estate Roma a a prezzi scontati per i Soci Umanitaria
I commissari e gli ispettori nella narrativa italiana contemporanea. Sono molti infatti gli scrittori italiani che si occupano del genere senza essere conosciuti come il commissario Montalbano di Camilleri. Ma non per questo i loro commissari e le vicende narrate sono meno intriganti. Un modo per conoscerli ed apprezzarli insieme.
Incontri con cadenza periodica per intrattenersi, insieme all'autore di un'opera - generalmente letteraria ma non solo (quindi libri di vario genere, quadri, testi musicali e teatrali) a discutere del tema portante accompagnati da esperti, critici e appassionati per interagire con il pubblico.
In queste pagine sono disponibili i comunicati stampa, le immagini, il materiale di eventi e manifestazioni liberamente scaricabili, utilizzabili e modificabili in base alle necessità.
ciak

La recente Riforma degli Ordinamenti Professionali (DPR 137/2012) ha introdotto il principio che un professionista debba costantemente aggiornare la propria competenza professionale, nel migliore interesse dell'utente e della collettività. I corsi organizzati per il riconoscimento dei crediti formativi possono essere erogati dagli Ordini di riferimento o da Enti Formatori Terzi autorizzati dal Ministero di competenza. La Società Umanitaria, autorizzata dal Ministero della Giustizia nel 2015, è accreditata per la formazione professionale continua dei giornalisti. In sinergia con gli altri ordini, vengono inoltre erogati corsi validi per altre categorie professionali.

Per avere maggiori informazioni, compila il form sottostante ed inviaci una mail, o contattaci allo 06.3242156  

Procedendo con l’invio dichiaro di aver letto l’informativa privacy con codice 018 (trattamento dei dati di persone fisiche - contatti tramite sito web) disponibile qui. I dati indicati con l'asterisco sono obbligatori.

testo da inserire
programmamentorelogoSapevate che in Italia ogni anno oltre 100.000 ragazzi abbandonano le scuole superiori?

È un fenomeno che trova origini lontane, nel primo giorno delle scuole primarie (ex elementari).

È un giorno difficile per tutti gli scolari obbligati a un rapido e inatteso cambio del modo di vivere perché lasciati a scuola dai genitori, più inteneriti che preoccupati delle emozioni dei loro figli.
Entrati a scuola, si trovano in un mondo sconosciuto.
Persone estranee gli dettano le regole su quello che devono o che non possono fare.
La maggior parte di loro recupera in poche settimane perché si abituano. Una piccola parte non si libera più dalla paura di quel primo giorno, per loro la scuola si tramuta in una minaccia.
È circa il 5% sul totale degli iscritti a scuola la prima volta.

Il rischio di abbandono è innato in questi bambini.
Sono sanissimi ma per loro natura “insicuri”. Messi di fronte agli obblighi dello studio, non sanno valutare le loro vere capacità e non si ritengono all’altezza del compito, perciò provano un forte senso di disagio di cui non capiscono le ragioni. Di loro si dice che hanno poca “autostima”.
Se non si interviene subito, quando terminerà l’obbligo scolastico sarà inevitabile che abbandonino gli studi nel primo biennio delle scuole superiori, vale a dire tra i 15 e i 16 anni.

Questo problema sociale è gravissimo.
Perché le conseguenze dell'abbandono scolastico si trascinano per tutta la vita di una persona e riducono le sue possibilità di un’attiva partecipazione alla vita sociale, culturale ed economica del Paese.
L’abbandono degli studi crea un forte svantaggio personale che è destinato ad acuirsi nel corso della vita perché senza un valido titolo di studio si rimarrà sempre esposti al rischio di disoccupazione. Anche chi troverà lavoro, avrà sempre retribuzioni inferiori e impieghi precari. Ciò gli limiterà il reddito, il benessere e la salute, sua e dei figli.

Il Programma Mentore è attivo nella nostra sede di Milano, Napoli  e a Trento; condotto in collaborazione con la Fondazione Trentina per il Volontariato Sociale che nella Provincia autonoma si pone al servizio del volontariato tramite il sostegno a progetti che impiegano molti volontari. È patrocinata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.

musicaRMI Concerti dell'Umanitaria si tengono nella magica cornice dell'Accademia Filarmonica Romana, alla Sala Casella - dal nome del direttore artistico che nel 1946 si prodigò per la diffusione anche della musica contemporanea. L'Accademia, fondata nel 1821, dopo varie vicissitudini, ha oggi sede nella sua prestigiosa Casina Vagnuzzi, già possedimento di Papa Giulio III in Via Flaminia, in un’oasi di verde e di serenità con i suoi giardini di piante rare a pochi metri da Porta del Popolo: un vero gioiello di questa nostra città.



Per avere maggiori informazioni, compila il form sottostante ed inviaci una mail, o contattaci allo 06.3242156


  

Procedendo con l’invio dichiaro di aver letto l’informativa privacy con codice 018 (trattamento dei dati di persone fisiche - contatti tramite sito web) disponibile qui. I dati indicati con l'asterisco sono obbligatori.

humaniterRMI Corsi Humaniter per il tempo libero nascono nell'ottica della valorizzazione della cosiddetta "educazione degli adulti". Sono tenuti da docenti volontari, soci che hanno dedicato la loro vita lavorativa o il loro tempo libero all'approfondimento di materie che desiderano condividere con altri soci con lo scopo di rendere il tempo libero una risorsa preziosa e di qualità.
Proprio l'approfondimento diventa così il filo rosso che lega tra loro persone con la medesima curiosità per materie o discipline che vengono praticate per il puro piacere dello spirito, per l'importanza di dedicare tempo ed attenzione alla crescita individuale: letteratura, storia antica o contemporanea, scrittura creativa, linguistica, storia del fumetto o sicurezza alimentare: una vasta scelta di discipline per rimanere aggiornati o per imparare cose nuove perché, come diceva qualcun altro... Non è mai troppo tardi!

Per avere maggiori informazioni, compila il form sottostante ed inviaci una mail, o contattaci allo 06.3242156

Sono attive le convenzioni con molte università: La Sapienza, Roma Tre, L.U.I.S.S. per permettere ai giovani di apprendere sul campo. I progetti formativi vengono redatti in base al piano di studi di ciascun stagista per essere attinenti al percorso individuale

Per avere maggiori informazioni o per proporre una convenzione, compila il form sottostante ed inviaci una mail, o contattaci allo 06.3242156

Procedendo con l’invio dichiaro di aver letto l’informativa privacy con codice 018 (trattamento dei dati di persone fisiche - contatti tramite sito web) disponibile qui. I dati indicati con l'asterisco sono obbligatori.


Proponiamo periodici incontri di approfondimento, sotto forma di seminari o di giornate dedicate ad un tema particolare: abbiamo trattato il tema della sicurezza alimentare e del cibo con appuntamenti ad hoc dedicati all’alimentazione, ma abbiamo parlato, con i nostri esperti, anche di prevenzione degli infortuni e di mobilità sostenibile. E continueremo a incontrarci per scambiare informazioni utili, sfatare leggende metropolitane e fornire informazioni utili da fonti sicure e autorevoli nelle nostre giornate dedicate all'approfondimento e alla riflessione.

La rassegna “Incontri con l’autore” ha cadenza mensile da parecchi anni oramai, i soci partecipano più che volentieri all'incontro con l'autore di un'opera: che sia un libro (in genere ma non necessariamente), o una scultura, un dipinto, un lavoro teatrale, un film o altro, è sempre un momento di grande coinvolgimento e condivisione, oltre che  di approfondimento di un qualche tema che quasi inevitabilmente ci porta ad affrontare tematiche sociali, risvolti psicologici o a recuperare il nostro passato e la nostra storia.

La programmazione culturale della Società Umanitaria è sempre stata di ampio respiro e aperta a tutta la cittadinanza, proponendo cicli d’incontri a carattere permanente e iniziative a cadenza variabile: convegni e conferenze, kermesse, presentazione di libri, incontri di storia, di arte, di letteratura e cinema, ponendo particolare attenzione a momenti di approfondimento dedicati ai grandi temi d’attualità nazionale ed internazionale.


Per avere maggiori informazioni, compila il form sottostante ed inviaci una mail, o contattaci allo 
06.3242156  

Società Umanitaria, Lega Internazionale per i Diritti dell’Uomo (L.I.D.U.) e Società Italiana per la Organizzazione Internazionale (S.I.O.I) promuovo il progetto Ambasciatori dei Diritti Umani per far conoscere lo spirito che anima la Dichiarazione dei Diritti Umani ed i valori che essa veicola, con l'obiettivo di sensibilizzare i giovani all'uso responsabile della libertà in rapporti di consapevole e reciproco rispetto, tanto più necessario in una società globale e composita.


ambasciatori loghi

Edizione 2020/21

La Società Umanitaria, la LIDU – Sezione di Milano e la SIOI – Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale, propongono anche per l’a.s. 2020/2021 a Milano, Napoli e Roma, il progetto Ambasciatori dei Diritti Umani, destinato agli studenti del quinto e del quarto anno delle scuole Secondarie di Secondo grado che abbiano compiuto la maggiore età alla data del viaggio-premio che si svolgerà a maggio (previa valutazione della situazione sanitaria).

Il progetto, il cui obiettivo è contribuire alla maturazione nei giovani di una sempre più profonda e proficua consapevolezza della fondamentale rilevanza dei Diritti Umani, prevede l’attribuzione di nove premi consistenti in un viaggio a Strasburgo per partecipare all’European Youth Event, iniziativa organizzata dal Parlamento europeo dedicata ai giovani che si svolgerà il 28 e 29 maggio 2021.

Per il primo classificato di ogni sede è previsto inoltre la partecipazione ad un corso di formazione e aggiornamento, dal titolo Insegnare i Diritti Umani, organizzato dalla SIOI, presso il Palazzo dei Priori di Assisi che si svolgerà nell’autunno del 2021.

Gli Istituti superiori, individuati a discrezione della Società Umanitaria, sono invitati a partecipare ad una conferenza introduttiva al concorso. Il tema trattato quest’anno è il seguente:

IL DIRITTO ALLA PACE
in occasione della Giornata mondiale dei Diritti Umani

giovedì10 dicembre 2020- ore 10:00

In base alle nuove norme contenute nel Dcpm del 13 ottobree 2020 che vieta le uscite didattiche, la conferenza si terrà da remoto

L’Articolo 28 della Dichiarazione dei Diritti Umani proclama che “Ogni individuo ha diritto ad un ordine sociale e internazionale nel quale i diritti e le libertà enunciati in questa Dichiarazione possono essere pienamente realizzati”. È il Diritto di tutti gli esseri umani alla pace, in puntuale sintonia con quanto dichiarato nel preambolo dello Statuto delle Nazioni Unite (“Noi, popoli delle Nazioni Unite, decisi a salvare le future generazioni dal flagello della guerra, che per due volte nel corso di questa generazione ha portato indicibili afflizioni all’umanità”), e a quanto ribadito dalla Costituzione Italiana nell’articolo 11 (“L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”). Questi solenni enunciati rivelano la centralità del problema della pace e della guerra dopo le atrocità della Seconda Guerra Mondiale e dopo la mutazione radicale della natura della guerra con la svolta atomica.
Per secoli la pace è stata interpretata esclusivamente come pace negativa, ovvero, come parentesi tra una guerra e la successiva. Nella storia umana filosofi, teologi, giuristi, politici – con rare eccezioni – hanno sempre giustificato e legittimato la guerra (come male necessario, come fatto inevitabile o come guerra giusta) e gli Stati si sono sempre arrogati il diritto dello ius ad bellum.
Per questo motivo Il ‘nuovo’ Diritto internazionale nato nel Secondo dopoguerra fu una vera e propria rivoluzione giuridica, che introdusse il concetto di pace positiva, come cooperazione internazionale tra Stati per il mantenimento di una pace stabile e duratura per creare l’humus necessario per la prolificazione dei diritti umani, economici e sociali dei popoli.
Ma a distanza di 75 anni la carta delle Nazioni Unite rimane ancora oggi inattuata in alcune delle sue parti fondamentali e, nonostante la minaccia atomica sia stata ad oggi sventata, la guerra continua a prolificare nel mondo così come la corsa agli armamenti delle Nazioni.
L’illusione che la fine della Guerra Fredda avrebbe aperto una stagione di pace perpetua è presto sfumata. La realtà dimostra come, nell’era della globalizzazione e di un mondo multipolare, si manifestino vecchie e nuove cause di conflittualità: dalle disparità economiche a quelle tecnologiche, dai fenomeni migratori ai cambiamenti climatici, fino alle rivendicazioni di carattere identitario. Dinamiche che generano di volta in volta vere e proprie guerre tra Stati, guerre regionali a bassa intensità, guerre non convenzionali, violenze settarie e persecuzioni di minoranze che sono in costane aumento.
Le stesse correnti pacifiste di ieri e di oggi, pur coinvolgendo milioni di persone a livello internazionale e rappresentando un’alta testimonianza etica, il più delle volte non sembrano essere in grado di porre fine all’utilizzo della violenza armata. Quale forma di pacifismo può efficacemente garantire nel futuro dell’umanità l’instaurazione di una pace duratura? Come uscire dal “labirinto” della guerra?

IL CONCORSO

Il Concorso, consistente nello svolgimento di un elaborato scritto, avrà luogo nelle rispettive sedi della Società Umanitaria di Milano Napoli e Roma sabato 6 febbraio 2021 secondo le seguenti modalità di svolgimento:

  • Ore 8.30 Appello e identificazione dei concorrenti
  • Ore 9.00 |14.00 Svolgimento del tema

  • L’argomento da sviluppare dell’elaborato scritto sarà proposto dalla Commissione giudicatrice
    e verterà sul tema della pace e i diritti umani;
  • La prova si svolgerà sulla falsariga delle norme dei concorsi pubblici;
  • Gli elaborati scritti saranno valutati da una commissione giudicatrice composta da commissari
    scelti dalla Società Umanitaria;
  • I giudizi della commissione giudicatrice sono insindacabili e inappellabili;
  • È facoltà della commissione giudicatrice deliberare di non assegnare uno o più premi;
  • Tutti i concorrenti riceveranno un attestato di partecipazione.


La cerimonia di proclamazione dei vincitori si terrà il nel mese di marzo con lettura pubblica degli elaborati scritti dei nuovi Ambasciatori dei Diritti Umani selezionati dalla Giuria.

Il viaggio-premio avrà luogo il 28 e 29 maggio 2021 a Strasburgo per partecipare all’European Youth Event, iniziativa organizzata dal Parlamento europeo dedicata ai giovani.



Informazioni

telefonoTELEFONO
339.7059551


emailE-MAIL
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Molto importanti e molto seguite le attività aggregative proposte dalla sede di Roma della Società Umanitaria.
Grazie alla vastissima offerta di opportunità per conoscere meglio la città con le sue ricchezze archeologiche, monumentali, architettoniche e culturali e quelle dei suoi dintorni e grazie alle quasi infinite opportunità di vivere la musica, il teatro ma anche la cucina, le tradizioni e ogni altro ambito della cultura romana in contesti unici e straordinari, sono nate rassegne ed appuntamenti periodici come ad esempio "se siete rimasti in città... vacanze romane con noi" e "alla scoperta dei tesori nascosti "per accompagnare, anche chi è solo, a godere di un repertorio di possibilità e di un  patrimonio così variegato quanto pressoché illimitato.

 

Per avere maggiori informazioni, compila il form sottostante ed inviaci una mail, o contattaci allo 06.3242156

 


macchinafoto

.

 

 

Galleria fotografica

macchinafoto

Galleria video

ciak

doveDove siamo
Via Aldrovandi, 16 00197 Roma (c/o UNAR)

telefonoTelefono
+39 06.3242156

emailE-mail
roma@umanitaria.it

messenger icon2Messenger
m.me/Umanitaria.it

socialSocial Network

Per informazioni generali sui corsi, le attività e le manifestazioni organizzate dalla Società Umanitaria potete compilare il modulo qui sotto o in alternativa in ogni area del sito è reperibile il telefono e l’indirizzo e-mail dell’ufficio di riferimento.

Procedendo con l’invio dichiaro di aver letto l’informativa privacy con codice 018 (trattamento dei dati di persone fisiche - contatti tramite sito web) disponibile qui. I dati indicati con l'asterisco sono obbligatori.

Logotipo stagione3x 100

La crisi causata dal Covid-19 ha determinato cambiamenti che non avremmo mai potuto prevedere in ogni ambito, ma soprattutto in quello delle attività concertistiche. Le limitazioni della presenza di pubblico e quelle recentissime negli spostamenti internazionali, hanno fatto sì che la nostra stagione abbia subito notevoli cambiamenti costringendoci a modificare l’assetto della programmazione molte volte.

Tuttavia, la ferma determinazione di tornare il più possibile alla normalità, mantenendo sempre ben presenti e rispettando tutte le indicazioni emanate in fatto di sicurezza, ci hanno spinto a non abbandonare del tutto, ma a perseguire comunque sulla via della presentazione al nostro amato e fidato pubblico di un ciclo di concerti domenicali.

Purtroppo, dato anche il minimo ambito temporale concesso dalle ultime misure restrittive, abbiamo dovuto limitare il numero e la scansione degli appuntamenti che saranno a cadenza mensile e non più quindicinale come da tradizione. Inoltre, l’atteso ritorno dei vincitori della scorsa edizione del Concorso dovrà essere procrastinato alla prossima stagione. Questo poiché, essendo tutti provenienti dall’estero, abbiamo tenuto in considerazione la loro incolumità fisica ed il fatto che, diversamente, saremmo stati soggetti a possibili variazioni o cancellazioni all’ultimissimo momento.

Tutto ciò premesso, abbiamo il piacere di presentarvi una serie di concerti che comunque risulta essere estremamente interessante e che, come d’abitudine, spazierà in diversi ambiti musicali e strumentali. Ad inaugurare ci sarà il pianista Federico Nicoletta, che molti di voi ricorderanno autore di un meraviglioso concerto anni fa, che ritorna sul nostro palcoscenico come un artista ormai in carriera dedicando la sua esibizione ad un ultimo ricordo di Beethoven nel suo 250° anniversario della nascita. Il concerto del Trio Chagall, giovanissima formazione in grande ascesa e anch’essa presente nelle passate stagioni, avrà come centro la poetica di Schubert mentre il Natale sarà festeggiato in Jazz in compagnia di studenti del Conservatorio di Milano.

Il 2021 vedrà come protagoniste tre formazioni cameristiche. Al violino di Simone Ceriani con il pianoforte di Simone Anelli seguiranno i due concerti sospesi nella scorsa edizione, ovvero il duo violoncello e pianoforte composto da Stefano Bruno e Livia Zambrini, provenienti dalla straordinaria Scuola di Musica di Fiesole e, a conclusione di questa anomala edizione dei nostri concerti, il Quartetto Alinde che, con la partecipazione del violoncellista Bartolomeo Dandolo Marchesi, eseguirà il monumentale Quintetto in do maggiore di Schubert.

Poiché siamo convinti che anche dai momenti di crisi si possa e si debba trarre indicazioni e spunti per adattarsi, ma principalmente migliorarsi, quest’anno introdurremo ogni concerto con una chiacchierata video con gli artisti che verrà pubblicata sui canali social della Società Umanitaria qualche giorno prima. In questo modo daremo possibilità, a chi vorrà, di conoscere un po’ più approfonditamente le tematiche musicali del concerto e i musicisti che le interpreteranno.

Nell’augurare a tutti i nostri amici un ottimo ascolto, ma soprattutto di rimanere in perfetta salute, ci ripromettiamo di poter aggiungere in corso d’opera altri concerti qualora la situazione generale lo permetterà. Naturalmente sarete tutti avvisati per tempo attraverso tutti i nostri canali di comunicazione.

Massimiliano Baggio
Consulente Musicale della Società Umanitaria

Prossimi appuntamenti



Informazioni utili

dovesede dei concerti
Accademia Filarmonica Romana | via Flaminia 118, Roma

orainizio concerti
ore 18.00

bigliettoBiglietti
€ 2,00 posto unico

informazionialtre informazioni
Società Umanitaria | tel. 06/3242156 | email. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Accademia Filarmonica Romana | tel. 06/3201752

Telemaco

È un bambino/a della scuola primaria o un preadolescente della scuola secondaria di 1° grado, che presenta i sintomi di una difficoltà momentanea che si manifesta nei risultati scolastici e/o nelle relazioni interpersonali, mettendolo a rischio di un futuro abbandono scolastico.


Il Mentore
Il mentoreÈ un adulto volontario che, opportunamente formato, incontra a scuola il bambino/a o il preadolescente per instaurare con lui/lei una “relazione amichevole” (non aiuta a fare i compiti, non insegna materie scolastiche, gli dedica un po’ del suo tempo e gli trasmette i suoi valori). Ogni Mentore è abbinato a un Telemaco in un rapporto uno/uno perché l’amicizia si può fare solo in due.
S’incontrano all’interno di una scuola una volta la settimana e stanno insieme per un’ora. Nella maggior parte dei casi giocano, con l’unico obiettivo di diventare amici.
Gli incontri Mentore/Telemaco non hanno una specifica finalità terapeutica o educativa. Piuttosto vogliono creare uno spazio in cui l’amicizia con un adulto positivo e affidabile permetta a Telemaco di esprimersi liberamente, di acquisire competenze trasversali e di crescere in autostima, anche attraverso giochi di varie difficoltà.
Mentore e Telemaco non sanno nulla l’uno dell’altro prima di incontrarsi. L’amicizia tra loro è un rapporto paritario e viene costruita senza pregiudizi e soprattutto senza lasciarsi influenzare da quello che pensano gli altri (i genitori, gli insegnanti, i compagni di scuola).

programmamentorelogo

Il Programma Mentore è un programma di “aiuto sociale” che, all’interno delle scuole, offre ai bambini in difficoltà scolastica (Telemaco) l’assistenza di un adulto di riferimento (Mentore).
L’obiettivo è favorire nei minori a cui si rivolge la capacità di riconoscere e valorizzare le loro risorse personali grazie a un lento ma sicuro processo di “empowerment“ individuale. Si tratta di un processo di crescita basato sull’incremento dell’autostima, dell’autoefficacia e dell’auto determinazione.
Un po’ alla volta la mente si apre, fa emergere risorse latenti e porta l’individuo ad appropriarsi consapevolmente del proprio potenziale in modo che diventi responsabile del suo futuro. .

Per avere maggiori informazioni o per diventare volontario compila il form o contattaci allo 06.3242156

Procedendo con l’invio dichiaro di aver letto l’informativa privacy con codice 018 (trattamento dei dati di persone fisiche - contatti tramite sito web) disponibile qui. I dati indicati con l'asterisco sono obbligatori.

programmamentorelogo
volontatiatoRML’anima della Fondazione Humaniter è il volontariato.

Tutti volontari sono i docenti dei corsi e anche parte del personale di Segreteria. Senza loro non potremmo esistere. Per questo motivo siamo sempre alla ricerca di persone che abbiano passioni, interessi o particolari hobby ed il piacere di condividere le proprie conoscenze in un clima sereno e in amicizia, oppure che abbiano voglia di aiutarci nella gestione dei corsi, delle attività collaterali e degli iscritti.

Tutte le persone che si offrono volontarie, diventano automaticamente socie, acquisendo il diritto alla frequenza dei corsi, l’accesso alle attività collaterali organizzate dalla Fondazione Humaniter e l’ingresso gratuito a tutte le attività della Società Umanitaria.

Per proporti come volontario, basta compilare il modulo che trovi qui sotto e verrai contattato per un incontro conoscitivo.

Nominativo
Contatti
Materie che mi piacerebbe insegnare
Tipo di Corso
Informazioni per il docente

ATTREZZATURE PRESENTI (secondo disponibilità)
•pianoforte
•videoproiettore
•lettore cd/dvd
•lavagna
•pc portatile
•servizio fotocopie

REGOLE GENERALI
•mantenimento dell’impegno preso
•puntualità

IL DOCENTE HA DIRITTO A:
•frequenza gratuita dei corsi (salvo diversamente indicato)
•accesso gratuito alle attività della Società Umanitaria
•accesso ai viaggi, gite, visite guidate e spettacoli teatrali organizzati per i soci
Allegati
Individuare, formare e coordinare gli oltre 160 volontari che ogni partecipano al programma comporta la messa a punto di un sistema complesso che da un lato garantisce il risultato, dall’altro richiede un investimento costante di tempo e denaro.

Abbiamo bisogno anche di te, come puoi aiutarci?

  • 5x1000

Nella dichiarazione dei redditi (CU, UNICO o 730) firma il riquadro “sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all'art. 10, c. 1, lett a), del d.lgs. N. 460 del 1997” e scrivi icodice fiscale della Società Umanitaria: 01076300159.

  • Bonifico bancario

Intestato a: Società Umanitaria
IBAN: IT 07 G 05034 01737 0000000 42400
Causale: Programma Mentore

  • Carta di credito (PayPal)

dona ora

Per maggiori informazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiama lo 06.3242156

Qui di seguito molte delle strutture convenzionate con noi. Per conoscere i prezzi, le disponibilità e ottenere i biglietti scontati e prenotare le vostre poltrone chiamate sempre l'ufficio promozione prima di recarvi e dite che siete Soci Società Umanitaria.

·         


Dal 2007 la Società Umanitaria è presente anche a Roma in Via Aldrovandi, 16 all’interno dell’UNAR - Unione Associazioni Regionali di cui è parte attiva e con cui condivide molte attività culturali e sociali. L’attività della Società Umanitaria si concentra prevalentemente sull’aggiornamento professionale continuo (con corsi e giornate di studio ed approfondimento rivolte alle diverse categorie professionali: giornalisti, insegnanti, educatori, avvocati) e sull’impegno sociale con il Programma Mentore contro la dispersione scolastica e per la prevenzione del drammatico fenomeno del bullismo. Ampio spazio è dedicato alla musica supportando giovani talenti nazionali e internazionali, offrendo ai più meritevoli un palco di prim’ordine e un pubblico affezionato attraverso la Stagione dei Concerti. La Stagione dei Concerti si svolge nella prestigiosa Accademia Filarmonica Romana. Grande attenzione è rivolta anche agli studenti liceali, grazie al progetto Ambasciatori dei Diritti Umani, realizzato in partnership con la Lega Internazionale Diritti Umani e la Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale, con lo scopo di sensibilizzare le nuove generazioni ai valori contenuti nella Dichiarazione dei Diritti Umani e di aiutarli a farne cittadini consapevoli ed impegnati. Spazio alla cultura viene riservato con eventi di carattere culturale e le convenzioni con moltissimi teatri ed istituzioni musicali e culturali della Capitale.
loader